Back to top

Dipende… da che punto di vista!

Un punto di vista personale e nuovo fa davvero la differenza in un processo creativo, guarda questi scatti: si percepisce la voglia di sperimentare e lo slancio artistico. E’ impossibile non restarne affascinati!

 

Un punto di vista che passa “i confini” del reale

 

“Non è quel che si vede, ma come si vede”.

 

Osservare questi scatti ci fa pensare a Magritte: il suo “Ceci n’est pas une pipe” ha rivoluzionato per sempre il concetto di arte. Dare un nome alle cose non le identifica in quanto oggetti, quindi si parla di “Tradimento delle immagini”.

 

In questa chiave interpretativa, ogni limite è superabili e gli oggetti possono trovare nuova espressione. E’ il caso di questi fantastici scatti: trasparenze, sfocature e distorsioni mostrano una realtà nuova e affascinante.

 

Spesso la fotografia e l’arte sono messe a confronto e anche qui le opinioni sono così tante e così diverse sull’uno e l’atro settore che è quasi impossibile dare un giudizio su cosa sia “migliore” (se così si può definire). L’unica cosa certa è che, in entrambe le discipline, è necessario uno sforzo di fantasia non indifferente.

 

Questo è un vero atto creativo: creare un’immagine affascinante con un volto che traspare da un barattolo pieno d’acqua o semplicemente con uno sguardo ingrandito da una lente.

 

A completare l’atmosfera onirica delle foto, un colore terra molto soft, quasi a ricordare il deserto. La luce culla le figure attraverso un make-up nude e i capelli, semi-raccolti e morbidi, incorniciano il viso splendidamente.

 

E tu? Ogni tanto guardi le cose da un altro punto di vista? Siamo sicuri che ne resteresti affascinato.

 

Credits:

PHOTO BY  #FERRARIFASHIONSCHOOL #FERRARIACADEMY
STYLING BY #FERRARIFASHIONSCHOOL #FERRARIACADEMY
MAKE-UP: 
LUCIA PRECUP DI DIADEMA ACADEMY
HAIR:
 GIORGIA GREPPI DI DIADEMA ACADEMY

Nessun commento

Lascia una risposta