Back to top

Belli e dannati: sono i Rocker & i Biker con il loro fascino, i protagonisti del nuovo shooting fotografico

Semplicemente Belli e Dannati. Stiamo parlando del fascino dei biker e rocker, da sempre confermato nel mondo del cinema e della musica. Sono gli uomini che non devono chiedere mai, che guidino una custom, una super sportiva o che imbraccino una chitarra, il successo è assicurato.
Certo, ammettiamolo: alcuni biker e rocker dello star system sarebbero belli e sexy anche in sella a una bicicletta Graziella o con un flauto tra le mani e non hanno avuto di certo bisogno di una moto o una chitarra elettrica per fare colpo. Una questione di fascino ed immagine indiscutibile.

E le donne lo sanno bene. Sarà per quella loro aria da bad boy ribelle, un po’ strafottente, rude, per il loro look in pelle, in denim vissuto, con sopra una maglietta o una camicia a quadrettoni, lo spirito libero che incarnano, la loro attitudine all’anticonformismo e al carattere deciso, ad attirare una parte assai cospicua del gentil sesso, risvegliando in loro quell’istinto che dice alle donne di lasciarsi coinvolgere e trasportare da questi “angeli dannati”.

Gli esempi non mancano. Hollywood, ha sempre cavalcato il fenomeno dei biker, creando personaggi che facevano stragi di cuori, solo per citarne qualcuno, dal bellissimo Steve McQueen nel film La grande fuga, a Marlon Brando, nel film Il Selvaggio, Jack Nicholson e Peter Fonda in Easy Riders per arrivare a Bruce Willis in Pulp Fiction, Tom Cruise in Mission Impossible e  Mickey Rourke il «motorcycle boy» di Rusty il Selvaggio di Coppola.

Anche il panorama musicale non è da meno, con esempi di molti rocker, alcuni non necessariamente belli ma con una vita vissuta all’estremo in tutto, dal fascino androgino di Mike Jagger, David Bowie,  Jim Morrison, Jimi Hendrix, Kurt Cobain e tanti altri.

Trucco e Parrucco per uno speciale Shooting Fotografico

In nome del fascino e della bellezza tormentata di molti uomini e personaggi della storia del cinema e della musica, abbiamo realizzato il trucco e parrucco per uno shooting fotografico tutto al maschile, per due modelli della Brave Model agency. Partendo dalle indicazioni fornite dalla fotografa Luisa Mizzoni e della stylist Giulia Liguori, abbiamo voluto riprodurre con il trucco e parrucco l’aspetto “vissuto” e “provato” di una vita di eccessi, tipico dei rocker e biker.

Marco Urbani, allievo make up artist dell’Accademia, si è occupato del trucco dello shooting e ci ha raccontato la sua esperienza.

D: Che cosa ti è rimasto impresso di questo shooting fotografico?
R: Direi tutto. Per me è stato il primo shooting fotografico, non ne avevo mai fatto uno, ed è stata una vera e propria scoperta, sia dal punto di vista delle dinamiche, delle tempistiche, sia in relazione al margine di discrezionalità sul trucco da realizzare.

D:Quando parli di dinamiche, tempistiche e margine di discrezionalità del trucco, che cosa intendi, puoi andare più nel dettaglio?
R:
Fino a prima dell’esperienza dello shooting fotografico, il mio background lavorativo di make up artist si basava solo su sfilate moda. Ero quindi abituato a ritmi serratissimi, dinamiche spesso convulse, dove servono nervi saldi e una grande prontezza di spirito.
In questo caso, invece, tutto era dilatato: ho avuto più tempo a disposizione per cogliere gli input della fotografa, così come per truccare i modelli. E ho avuto la possibilità di proporre un make up “personalizzato”, partendo dalle linee guida della fotografa e mettendoci del mio.

D: Che tipo di trucco ti è stato chiesto di realizzare?
R: Su un modello mi è stato chiesto uno stile biker, che richiamasse cioè l’ambiente dei motociclisti. Il viso del modello era un po’ troppo giovane e “pulito” se così posso dire, per cui ho dovuto invecchiargli il volto, con un gioco di ombre e chiaroscuri, e realizzare poi il trucco desiderato.
Sull’altro modello invece, la richiesta era per uno stile rocker, quindi un viso molto “vissuto”, che evidenziasse effetti che richiamassero il consumo di droghe e alcool. In questo caso ho dovuto creare borse sotto gli occhi, ed occhiaie, tramite un mix di blu e viola. Ho inoltre fatto un contouring molto leggero sul viso, per renderlo più spigoloso.
In entrambi i casi la fotografa si è complimentata!

D: Che cosa hai imparato da questa esperienza?
R:
Innanzi tutto abbiamo lavorato sia outdoor che indoor, cosa che mi ha permesso di praticare tecniche trucco da esterno e da interno, con luci e colori differenti (naturali e artificiali). Ho apprezzato moltissimo la professionalità della fotografa, con la quale ho lavorato molto bene. E ho lavorato benissimo con  Gabriele del team parrucco di Diadema, che ringrazio per questa bella opportunità! Grazie mille Diadema Academy!

CREDIT:
Fotografa: Luisa Mizzoni
Stylist: Giulia Liguori
Model Agency: Brave Model
Modelli: Robson e Szymon

Make Up: Marco Urbani,  allievo Diadema Academy
Hair: Gabriele Iaconis, allievo Diadema Academy

No Comments

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.